BLOG GRATIS


     INSERISCI IL TUO SITO  -  TOP CLICK MENSILE  -  TOP RANK POINTS  -  COME FUNZIONA

  
         Web   News   Testi e Video canzoni    >> DIRECTORY <<  >> NOTIZIE DI OGGI <<  >> FORUM <<  







Top Refer
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

ISCRIVITI NELLA TOP 100



   Notizia del 27 novembre 2009 ore 15:55 - Visite 2944
Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport


Spy Calcio > Sarah, Luciana e c. le belle storie del volley

Spy Calcio - Sarah, Luciana e c. le belle storie del volley


Lo sport più praticato dalle ragazze. E' il volley. Giusto, quindi, che sia il Dream Team di mister Barbolini a stabilire tutti i record: ha fatto il vuoto, Europei inclusi. Verrà celebrato anche a Roma con il convegno "Le ragazze del 2010" (sottotitolo: quando la pratica sportiva può cambiare la vita), dove si parlerà di sport al femminile e non solo volley. Appuntamento giovedì 3 dicembre alle ore 10,30 al Palazzo Seminario. Saranno presenti il ministro della Gioventù, Giorgia Meloni, il sottosegretario Rocco Crimi, l'onorevole Mauro Fabris che è anche presidente della Lega pallavolo femminile, l'onorevole Giuseppe Moles che sta creando un' associazione parlamentare "amici della pallavolo". Per il mondo del volley, ci sarà il ct Massimo Barbolini e la Cardullo (volley), oltre alla Trillini (scherma) e alla Quintavalle (judo). Il volley racconta belle storie, come quella del "kinder garden" nei palazzetti (vedi Spy Calcio del 19 novembre). Oggi ne raccontiamo altre tre. Una squadra e due atlete. La squadra è l'MC Carnaghi Villacortese, il cui primo presidente, 30 anni fa, è stata Suor Carla. Quest'anno, da neo promossa, ha acquistato tre azzurre (Cardullo, Secolo e Aguero che ha appena lasciato la Nazionale), più Anzanello e l'argento olimpico Berg. Attualmente Villacortese è terza in classifica in serie A (quattro anni fa era in C-1). Con poco più di 1 milione pagano tutto il monte stipendi della squadra e puntano a vincere Coppa Italia, scudetto e qualificazione in Champions. Le due atlete giocano invece a Conegliano. Una è SarahPavan. Figlia di italiani emigrati nel 1942 da un piccolo paese vicino a Conegliano. Mamma e papà sono stati entrambi giocatori della Nazionale canadese negli anni '70-'80: la loro partecipazione alle Olimpiadi di Mosca è saltata solo per colpa del boicottaggio imposto dagli USA. Sarah è un'atleta speciale perché ha ottenuto risultati straordinari sia a livello agonistico che a livello didattico. Era già una campionessa, infatti, quando si è laureata col massimo dei voti in biochimica all'Università del Nebraska (USA). Questa le ha permesso di ricevere nello stesso anno un doppio premio: come studente modello e come sportiva eccellente, cosa che per una canadese è sicuramente un' impresa. Negli USA e in Canada, Sarah è molto popolare. L'Università dove si è laureata le ha fatto un'offerta per gestire la cattedra di insegnante valida per cinque anni: nel 2014 quindi potrebbe tornare in Nebraska e assumere il ruolo di docente universitaria. L'altra storia è quella di Luciana Do Cormo: una ragazza brasiliana con una vita difficile alle spalle, una vita vissuta nelle favelas. Suo fratello era un buon giocatore di basket ma la condizione sociale gravissima lo ha allontanato dallo sport, trascinandolo nel vizio e nel traffico della droga. Addirittura Luciana non sa se oggi sia ancora vivo. Quando è arrivata a Conegliano, più che le schiacciate o i filmati delle sue partite in Brasile, è stata la sua umanità a convincere la dirigenza a tesserarla. E non ne sono rimasti delusi, anzi. Quando sua mamma si è ammalata di tumore, ha accettato un contratto in Russia pur di procurare denaro per le cure mediche. Dalla Russa si è trasferita in Italia con il medesimo obiettivo, convincendo anche la madre a seguirla. Purtroppo non c'è stato nulla da fare e il destino ha voluto che la notizia che sua madre fosse in punto di morte le giunse poco prima di una partita. A quel punto Luciana decise di scendere comunque in campo, soffocando ogni emozione, esplosa in un pianto una volta conclusa la partita, vinta anche grazie ad una sua grande prestazione. Su queste due storie di vita, di umanità, di sport vissuto con gioia ma anche con dolore, la società di Conegliano farà un video sulle sue due atlete storia andando con la troupe in Brasile e Canada. Il volley è anche questo, merita di essere raccontato dal di dentro. La Lega femminile si sta attrezzando: vuole diventare più moderna, dinamica. Non può accontentarsi, il mondo della pallavolo, dei soldi (non molti) che arrivano dal contratto con Sky. Ci sono personaggi che devono uscire dall'ombra. Il momento felice del volley italiano è confermato anche dai tanti eventi che verranno organizzati nei prossimi anni: mondiale maschile nel 2010, mondiale maschile e femminile di beach volley nel 2011, europei femminili nel 2011 e mondiali femminili nel 2014. Un en plein di cui Carlo Magri, n.1 della Federvolley, può andar fiero.

Palazzi e gli scandali Potenza, Atalanta, Livorno
Calcioscandalo & calcioscomesse: sul caso Potenza va dato atto al procuratore della Figc, Stefano Palazzi, da noi a volte criticato per certe lentezze delle sua Supreprocura, di aver fatto in pieno il suo dovere. Aveva portato a processo (sportivo) sia Potenza-Salernitana che Atalanta-Livorno. Per quest'ultima aveva chiesto una pesante penalizzazione per i due club, ma l'illecito non fu mai riconosciuto dalla Commissione Disciplinare di Artico che punì soltanto un giocatore con una minima squalifica. Per Potenza-Salernitana blande pene sportive, ma solo adesso è venuto fuori che c'erano di mezzo anche 150.000 euro, cosa che Palazzi non poteva sapere, non aveva certo i mezzi investigatori (vedi intercettazioni) della polizia giudiziaria: ora ha chiesto e ottenuto le nuove carte dalla procura di Potenza e quindi potrebbe riaprire il caso anche sul fronte sportivo. E chissà che non ci siano di mezzo altre partite. Sta venendo fuori un mondo molto variegato e pieno di imbrogli. Diamo a Palazzi, quindi, quello che di Palazzi. Augurandoci solo una cosa: la massima celerità possibile, pur nel rispetto delle indagini.

Caso Enke, su Dribbling si parla di rabbia e depressione
"Rabbia, un sentimento che non sappiamo controllare". Questo il titolo del libro pubblicato dal professor Rosario Sorrentino, ospite della puntata di "Dribbling" la rubrica a cura di Giampiero Bellardi in onda domani alle 13.30 su Raidue, con il quale si parlerà di un sentimento sempre più diffuso nel mondo sportivo e non solo: la rabbia. Un sentimento capace di macchiare in modo indelebile il corso di una carriera, come nel caso della testata di Zinedine Zidane a Marco Materazzi. Il conduttore del programma Andrea Fusco analizzerà con il professor Sorrentino le origini di questo sentimento a volte incontrollabile e ingestibile, non trascurando le cause di uno stato d'animo in grado di trasformarsi nel corso del tempo in depressione. Quella che recentemente ha portato al suicidio l'ex portiere della nazionale tedesca Robert Enke, la stessa che 5 anni fa mise fine alla vita di Marco Pantani. Servizi ed interviste a cura dalle redazione Rai Sport, approfondiranno ulteriormente il tema della puntata.

Italia più forte, Pagnozzi confermato segretario europeo

Dopo Mario Pescante, un altro successo per lo sport italiano. Il segretario generale del Coni, Raffaele Pagnozzi, è stato confermato a Lisbona segretario generale dei Comitati Olimpici Europei. La 38a assemblea generale del Coe lo ha votato all'unanimità per acclamazione. Pagnozzi, 61 anni, avellinese di nascita e romano di adozione, occupa questo importante incarico internazionale dal 2006 ed è stato oggi confermato sino al 2013. Nella stessa sessione è stato rieletto presidente del Coe l'irlandese Patrick Hickey, membro del CIO. Alle elezioni ha assistito il presidente del Cio, Jacques Rogge. La conferma di Pagnozzi nel ruolo di segretario europeo rappresenta un grande successo diplomatico del Coni sia per quanto realizzato negli ultimi anni (di recente Mario Pescante è diventato vicepresidente Cio) sia soprattutto in vista di una candidatura italiana alle Olimpiadi 2020. Infatti, attorno all'associazione che riunisce i comitati olimpici europei ruotano quasi il cinquanta per cento dei membri del CIO che saranno chiamati a votare nel 2013 la città che dovrà ospitare i Giochi del 2020. In Italia si deve ancora decidere se portare avanti Roma (probabile) o Venezia. Particolarmente felice per la conferma di Pagnozzi, è stato il n.1 dello sport italiano, Gianni Petrucci, presente in Portogallo. Fra i due c'è feeling totale. Ora lavoreranno a tempo pieno per la candidatura italiana: la città sarà scelta verso maggio-giugno del prossimo anno, passata la bufera politica delle elezioni amministrative di marzo.


Origine: Repubblica

18-07-2019 - Comunali Salerno, prima proiezione: Vincenzo Napoli vince con il 72 per cento dei voti
18-07-2019 - Kit per la diagnosi dell?infertilità in soli cinque giorni. La scoperta di tre scienziate napoletane
18-07-2019 - Super Valentino, Tommasi (e un arcivescovo)
18-07-2019 - "I tg dicono che L'Aquila rinasce e noi battiamo i piedi per il freddo"
18-07-2019 - Un pezzo d'Italia nell'Nba "Bisogna imparare da qui"
18-07-2019 - M5S al Circo Massimo Pizzarotti non sarà sul palco
18-07-2019 - Comunali Napoli 2016, de Magistris presenta i candidati alle municipalità
18-07-2019 - Scuola, Renzi: "Riforma non del premier o ministro, ma di tutti"
18-07-2019 - Il 4-3-1-2 e il trequartista se lo schema detta legge
18-07-2019 - Comunali 2016, presentate le liste a Napoli, nel Pd c'è l'uomo che offriva un euro ai seggi delle Primarie
18-07-2019 - Ho amato PSH e la sua fatica di vivere di ELENA STANCANELLI  
18-07-2019 - La generazione post-televisiva
18-07-2019 - Lo sport è sportivo fino a prova contraria
18-07-2019 - Wikileaking  you
18-07-2019 - lunedì 28 febbraio Processo a Raffaello
18-07-2019 - Cina e Brasile, addio al dollaro
18-07-2019 - Il cambista di Venezia, parte terza
18-07-2019 - F più vocale
18-07-2019 - Le tante maglie dei volontari E la pizza formato ridotto
18-07-2019 - Consumo auto
18-07-2019 - Emo / Eno
18-07-2019 - Vaccini e asilo, il No grillino in Emilia-Romagna: "Contrari al metodo coercitivo"
18-07-2019 - Non è il prezzo stratosferico che fa vendere
18-03-2018 - Due lezioni dallo Scudo
01-10-2017 - Tar: "Niente donne in Giunta? Ma i maschi non possono ricorrere"
02-09-2016 - Dal pallone alla piscina l'Italia ha imparato a nuotare
23-07-2016 - Europei 2016 e l'Italia Un sogno da 400 milioni
05-03-2016 - Trentamila supplenti (ancora) senza stipendio
03-02-2014 - Udinese, riecco Di Natale Cesena, tris di Mutu
18-06-2011 - L'importanza di braccia e mani  



Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport



















  
 





Copyright 2003-2013 Masterworld
Privacy Policy