BLOG GRATIS


     INSERISCI IL TUO SITO  -  TOP CLICK MENSILE  -  TOP RANK POINTS  -  COME FUNZIONA

  
         Web   News   Testi e Video canzoni    >> DIRECTORY <<  >> NOTIZIE DI OGGI <<  >> FORUM <<  







Top Refer
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

ISCRIVITI NELLA TOP 100



   Notizia del 17 dicembre 2013 ore 13:44 - Visite 2447
Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport


Lega Pro: Santarcangelo, è un primato storico. Fraschetti: "A metà dei punti salvezza"



SANTARCANGELO DI ROMAGNA (Rimini) – Comunque vada a finire, una pagina storica è già stata scritta. Con il successo nel derby a Bellaria (3-1) il Santarcangelo (realtà di poco più di 20mila abitanti tra Rimini e Cesena) è per la prima volta in vetta a un campionato professionistico, nella fattispecie il girone A di Seconda Divisione, condividendo la comoda poltrona con la corazzata Bassano. Viaggia spedita come un treno, dunque, la truppa guidata da Fabio Fraschetti, autentica rivelazione di un campionato dove i club blasonati e ambiziosi non mancano di certo.
 
FRASCHETTI: “STIAMO BENE DI TESTA E DI GAMBE” – “Abbiamo fatto molto bene domenica a Bellaria – riconosce il tecnico gialloblù – vincendo ultra-meritatamente contro una squadra in salute. Oltre ai tre gol, abbiamo colpito un palo e due traverse, creando tante occasioni. Insieme  alla qualità, si è vista in campo anche tanta determinazione. Ma quel gol subito dopo il 90’ mi ha costretto ad arrabbiarmi un po’ con la squadra martedì alla ripresa degli allenamenti… Dobbiamo continuare a lavorare per limare anche questo tipo di errori: tutto serve per blindare uno degli 8 posti che servono. E considerando che adesso la nona in classifica è il Mantova, ci sarà da pedalare”.
 
“SIAMO A META’ DEI PUNTI CHE SERVONO PER LA C UNICA” – Fraschetti loda comunque un gruppo
che sta mostrando ogni giorno compattezza (appena 7 le reti al passivo) e voglia di migliorarsi. “Stiamo bene di testa di gambe e abbiamo preso coscienza di essere attrezzati per riuscire a centrare l’obiettivo della C unica del prossimo anno. Merito di un gruppo che lavora benissimo in settimana e che ha capito l’importanza dei sacrifici e della piena disponibilità – spiega l’allenatore riferendosi a una rotazione più che doverosa – I ragazzi sanno che questo campionato ha aspetti strani, che mi costringono a fare la formazione con la calcolatrice. Così sopportano anche tribuna e panchina: ruotano tutti, vanno in gol quasi tutti. Abbiamo anche alcuni elementi fuori come D’Antoni, quindi chi pensa che è stata trovata la quadratura giusta, sbaglia. In questo scorcio di stagione abbiamo dimostrato di avere un grande affiatamento, ho sicuramente un ottimo gruppo ed elementi validi. E’ un buon periodo, il primato in classifica ci fa piacere, ma non dobbiamo togliere il piede dall’acceleratore, perché arriveranno anche periodi di difficoltà e dobbiamo assolutamente raggiungere i 50-52 punti che servono alla salvezza. Siamo a quota 25, quindi solo a metà bottino”.
 
IL GIOIELLINO PASI: “PRIMA NON SAPEVANO CHI FOSSE SANTARCANGELO…” – Nel lungo “magic moment” del Santarcangelo spicca anche il giovane talento di Riccardo Pasi, 23enne attaccante di scuola Bologna (già 3 gol come nella passata stagione in 20 presenze con il Sudtirol) che si è procurato e ha trasformato con freddezza da veterano il rigore che ha spianato la strada verso derby e primo posto. “Ci stiamo godendo questo momento come è giusto che sia – commenta Pasi – ma restiamo ben consapevoli del fatto che non siamo salvi. Al di là del primo posto in classifica, il nostro obiettivo resta quello di mantenere la categoria”. Intanto i clementini hanno inanellato otto risultati utili consecutivi e una mentalità che cresce di pari passo con la classifica. “Fino a qualche domenica fa le squadre che venivano da noi non sapevano nemmeno chi fosse il Santarcangelo. Adesso invece ci temono tutti – riconosce Pasi – e questo ci renderà ovviamente la vita più difficile di qui in avanti. L’importante è restare umili e mantenere le nostre caratteristiche di corsa, qualità e personalità”. Personalità che sta mostrando proprio il gioiellino felsineo, finito nel taccuino di tanti addetti ai lavori. “Più gioco e più acquisisco consapevolezza nei miei mezzi. Certi colpi ce li ho, li avevo già fatti vedere in altre categorie ma ora con la fiducia di tecnico e compagni, tutto viene da solo e ho la possibilità di farli vedere anche con il Santarcangelo. Meno ci penso e più mi vengono, è tutta una questione di fiducia”.
 
GRAZIANI: “PRIMATO MERITATO, ORA SERIE DI SFIDE DELICATE” – Sulla stessa lunghezza d’onda il compagno di reparto Ivan Graziani, autore della terza rete al Bellaria. “Sono contento per la vittoria e per il gol. Per noi si trattava di una partita fondamentale – sottolinea l’attaccante gialloblù – visto che Il calendario ci riserverà nell’ordine sfide delicate a partire dalla gara interna di domenica prossima con il Bra, poi faremo visita al Mantova, riceveremo il Monza e andremo a Bassano. Stiamo facendo bene, speriamo di proseguire in questa direzione. Per il gioco espresso fino ad ora Meritiamo il primato”.


Origine: Repubblica

31-07-2019 - Coppa America: il Venezuela e la Var fermano il Brasile, il Perù vince in rimonta
19-07-2019 - Il tressette di Ancelotti, la fiction di Spalletti e poi Wanda e Allegri-Adani: il blob del campionato
27-06-2019 - Inghilterra, Manchester City e Liverpool si giocano il titolo negli ultimi 90 minuti
14-06-2019 - Sei squadre per due posti: la corsa per la Champions (e poi per l'Europa League)
06-06-2019 - Juventus Women anticipa gli uomini: è campione d'Italia
17-05-2019 - Studio Sla, i calciatori di serie A sono sei volte più a rischio
28-02-2019 - Più veloce, agile e social: ecco il nuovo Bloooog!
28-02-2019 - Gavillucci può tornare ad arbitrare in A, corte Figc accoglie ricorso
28-02-2019 - Cori razzisti, squadre fuori dal campo al secondo richiamo
28-02-2019 - Coppa Italia, semifinali: Lazio-Milan il 26 febbraio, Fiorentina-Atalanta il 27
28-02-2019 - Vialli, un calcio al cancro: ''Non è stato facile, ma ora sto bene''
27-02-2019 - Serie D: primo ko per il Bari, continua a volare il Cesena
26-02-2019 - Serie B: il Padova risorge con i nuovi acquisti, tre schiaffi al Verona
23-02-2019 - Insulti razzisti e rissa tra genitori durante una partita juniores a Parma
18-02-2019 - Prima snobbata, ora fondamentale. La coppa Italia che può salvare la stagione
14-02-2019 - Serie D: primo ko per il Bari, continua a volare il Cesena
07-02-2019 - Giorgetti: ''Stop partite per cori razzisti? Valgono regole Uefa e Fifa''
31-01-2019 - Calcio femminile, Morace denuncia: "Calci e pugni dalle giocatrici del Bari"
24-01-2019 - Calcio, una partita di serie D a settimana in diretta video su Repubblica.it
23-01-2019 - Ronaldo, la statua di Funchal diventa virale... per le sue parti basse
07-12-2018 - Brignoli, se il gol più bello può essere di un portiere
07-12-2018 - Football Leaks, la Uefa: "Pronti a riaprire casi Manchester City e Psg"
07-12-2018 - "Silvia, la nostra meglio gioventù": il tweet di Claudio Marchisio sulla volontaria rapita in Kenya
07-12-2018 - Dà testata a un giocatore, Daspo 5 anni per dirigente-guardalinee sardo
29-11-2018 - Tecnologia in campo, Collina boccia Var a chiamata: "Il calcio non è il basket"
26-11-2018 - Antonio Cassano dice addio al calcio: "Inizia il secondo tempo della mia vita"
22-11-2018 - Figc, Gravina incontra la Lega di serie A. Nel suo programma anche gli Europei 2028
13-11-2018 - Monza, Berlusconi sogna un club diverso: "Italiani, giovani e senza tatuaggi"
13-11-2018 - Gela, Cassazione: il Daspo non vale per chi vede la partita dal balcone
14-10-2018 - Tar sconfessa Collegio Garanzia: Ternana e Pro Vercelli sperano nella B



Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport



















  
 





Copyright 2003-2013 Masterworld
Privacy Policy